Posted in Home Isole subantartiche

Bird island: albatros in declino

Bird island: albatros in declino Posted on 23 Novembre 2017

L’effetto combinato della pesca commerciale e dei cambiamenti climatici ha dimezzato le popolazioni di albatros urlatore (Diomedea exulans), di albatros dalle sopracciglia nere (Thalassarche melanophrys) e di albatros testagrigia (Thalassarche crysostoma), tre specie nidificanti su Bird island, una piccola isola situata all’estremo nord-ovest della Georgia del Sud. E’ quanto emerge da una pubblicazione scientifica apparsa il 20 novembre su Proceedings of the National Academy of Sciences, gli autori sono ricercatori del British Antarctic Survey.

Bird island e la Georgia del Sud sono territori d’oltremare appartenenti alla Gran Bretagna (rivendicati dall’Argentina). Su Bird island dal 1963 si trova una piccola base scientifica, attualmente gestita dal British Antarctic Survey, dove le popolazioni di albatros (e di altre specie di uccelli e di mammiferi dell’isola) sono seguite da 35 anni.

Secondo quanto sostengono BirdLife International e l’IUCN (sulla sua Lista Rossa), 17 delle 22 specie di albatros esistenti sul pianeta sono minacciate e la rapidità con la quale le loro popolazioni stanno declinando è maggiore che per altre specie di uccelli. Le minacce alle quali devono far fronte sono molteplici, ma quelle con le conseguenze più gravi sono l’espansione della pesca commerciale con palamiti nelle loro aree di alimentazione e la presenza sui luoghi di nidificazione di specie invasive che attaccano i pulcini (topi, ratti). I fattori ambientali – come i cambiamenti climatici o fenomeni come El Niño – non possono che peggiorare la situazione.

Una coppia di Albatros reali del sud (Diomedea epomophora) sull’isola subantartica di Campbell (c) Lucia Simion.

Sull’isola di Gough – situata al centro dell’oceano Atlantico sud e territorio d’oltre mare della Gran Bretagna, è stata documentata una particolare forma di predazione sui pulcini di Albatros di Tristan (Diomedea dabbenena): durante l’inverno australe, quando i pulcini sono sul nido perché non sono ancora in grado di volare, orde di topi (Mus musculus) li aggrediscono e iniziano a divorarli vivi, causandone la morte. L’Albatros di Tristan è una delle due più rare specie di albatros, insieme all’Albatros di Amsterdam (Diomedea amsterdamensis).

Questa particolare predazione da parte mammiferi introdotti (dai cacciatori di foche) è stata dimostrata anche su altre isole subantartiche, per esempio sull’isola Marion. Su altre isole – come sull’isola di Cambell appartenente alla Nuova Zelanda – dove si riproduce l’Albatros reale del sud (Diomedea epomophora), la popolazione di topi e ratti è stata eradicata.

QUI: informazioni sugli albatross (British Antarctic Survey)

IMMAGINE DI APERTURA: l’isola della Georgia del Sud con indicata Bird island. DR