Posted in Eventi Home Isole subantartiche Libri

2019: Le TAAF al patrimonio dell’UNESCO?

2019: Le TAAF al patrimonio dell’UNESCO? Posted on 22 Aprile 2018

Nel 2006 l’allora Primo Ministro Dominique de Villepin aveva annunciato la creazione della “Riserva naturale nazionale delle terre australi francesi”, le isole Crozet, Kerguelen Saint-Paul e Amsterdam. Nel 2016 sono stati festeggiati i dieci anni della Riserva. L’anno prossimo – 2019 – queste meravigliose isole australi francesi potrebbero entrare a far parte delle isole iscritte al Patrimonio mondiale dell’UNESCO, come le isole subantartiche Macquarie (Australia), Campbell e le Aucklands (Nuova Zelanda), Gough e Inaccessible (Gran Bretagna), solo per citarne alcune. Crozet, Kerguelen, Saint-Paul e Amsterdam lo meritano. Assolutamente.

La pratica per la candidatura era già stata annunciata un paio di anni fa, ma è stata ufficialmente conclusa solo nel mese di marzo e convalidata il 18 aprile dal Consiglio Consultativo delle TAAF, presieduto dal Prefetto Cécile Pozzo di Borgo. La candidatura delle TAAF all’UNESCO è appoggiata da Ségolène Royal, “Ambasciatrice dei Poli”, dal ministro dell’Oltre-mare Annick Girardin e dal ministro dell’Ambiente Nicolas Hulot (Ministre de la Transition écologique et solidaire).

Visto che parliamo di TAAF segnalo l’uscita del saggio di François Garde “Marcher à Kerguelen”, pubblicato da Gallimard; si tratta del racconto della traversata nord-sud a piedi di Kerguelen.

Un’altra isola che ha presentato la candidatura per essere iscritta al patrimonio dell’UNESCO è Tristan da Cunha. A questo proposito segnalo la pubblicazione del romanzo Tristan” di Clarence Boulay, ambientato proprio a Tristan da Cunha (Sabine Wespieser éditions). Qui una bella recensione (in francese).

 

Foto di apertura: l’Arche des Kerguelen in una fotografia di Lucia Simion. Dal 2009 al 2016 Lucia Simion è stata membro del Consiglio Consultativo delle TAAF. Unico membro straniero.