Posted in Artico Eventi Home

Nella Rotta del mare del nord

Nella Rotta del mare del nord Posted on 20 Maggio 2020

La gigantesca metaniera-rompighiaccio Christophe de Margerie lunga 300 metri è partita il 18 Maggio dal terminale LNG di Sabetta nella penisola di Yamal, con un carico di 70.000 m3 di Gas liquefatto naturale destinato alla Cina. Preceduta dal rompighiaccio nucleare Yamal, l’enorme metaniera (costata 320 milioni di euro e appartenente a Sovcomflot) sta navigando nella Rotta del mare del nord verso lo Stretto di Bering, per poi raggiungere la Cina dove è previsto che arrivi l’11 Giugno. Rispetto alla rotta del Mar Rosso -Canale di Suez (durata: 30 giorni), la Rotta del mare (in blu nella cartina) permette di raggiungere l’Oriente in 15 giorni di navigazione.

In questa stagione il Mare del Nord è coperto da una banchisa spessa due metri (sulla cartina qui sotto, è l’area indicata in verde); la metaniera potrebbe spezzarla anche senza l’aiuto del rompighiaccio Yamal, ma per sicurezza viaggiano in convoglio. Nel 2019 una metaniera-rompighiaccio era salpata da Sabetta a fine Giugno, mentre quest’anno la Christophe de Margerie ha potuto anticipare la partenza di 40 giorni.

Il LNG è ottenuto sottoponendo il gas naturale s fasi di raffreddamento e condensazione (-160°C); si presenta come un liquido incolore e inodore costituito essenzialmente da una miscela di metano, con un 10% di etano, propano, butano, azoto. La metaniera Christophe de Margerie porta il nome dell’amministratore delegato di Total, deceduto nel 2014 in un incidente aereo a Mosca.

FONTE: The Barents Observer