Posted in Antartide Eventi Eventi Home Isole subantartiche

La MV Pharos ha effettuato una ricognizione presso A-68A

La MV Pharos ha effettuato una ricognizione presso A-68A Posted on 20 Dicembre 2020

La motonave Pharos, utilizzata dal Governo della Georgia del Sud e delle Shetland del sud (Government SGSSI) per pattugliare le acque intorno a questi territori d’oltremare inglesi è andata a dare un’occhiata al gigantesco iceberg A-68A, effettuando delle riprese aeree con un elicottero (vedo tre persone sull’helipad) oppure con un drone – il mezzo utilizzato per le riprese non è precisato. L’iceberg è sempre arenato presso la Georgia del Sud – lungo le coste sud-ovest; le pareti si stanno sgretolando sotto l’azione delle onde e delle risacca, ma ci vorrà del tempo prima di mettere KO quell’enorme montagna di ghiaccio. L’equipaggio della Pharos ha rilevato – presso l’iceberg – la presenza di una gran quantità di pinguini, di balene e di uccelli marini. Una notizia positiva, visto che si temeva che l’iceberg potesse avere un impatto negativo sull’ecosistema della Georgia del Sud, impedendo ai pinguini e alle foche di raggiungere le loro zone di pesca in mare. Per fortuna le grandi colonie di pinguini (St. Andrews Bay, Salisbury plain, Fortuna Bay….) sono tutte sul lato nord-est dell’isola, mentre A-68A è dall’altra parte. Per il momento le conseguenze a lungo termine sono ancora un’incognita. La missione del British Antarctic Survey a bordo del RRS James Cook ci darà maggiori ragguagli nei prossimi mesi. Qui sotto: la colonia di pinguini reali a Salisbury Plain e sulla spiaggia giovani otarie da pelliccia, sempre a Salisbury Plain (c) Lucia Simion 2020.

Qui sopra: la MV Pharos presso Prion island, South Georgia il 2 marzo 2020. (c) Lucia Simion